Homepage » Guide » Storia, lingua e cultura dello Zimbabwe

    Storia, lingua e cultura dello Zimbabwe

    Storia dello Zimbabwe

    L'attuale Zimbabwe era il sito di una grande e complessa civiltà africana nei secoli XIII e XIV. E 'stato popolato da discendenti delle tribù Bantu, che erano emigrati dal nord intorno al 10 ° secolo. Prove del loro stile di vita prevalentemente pastorale possono ancora essere viste nelle rovine del Grande Zimbabwe, vicino alla città di Masvingo.

    Il primo contatto con gli europei fu con i portoghesi alla fine del XV secolo. Le relazioni tra i due furono abbastanza stabili fino al 1830, quando la regione fu sconvolta dalla migrazione verso nord del popolo Ndebele dal Sud Africa.

    A questo punto, una nuova razza aggressiva di coloni arrivò sotto forma di interessi minerari britannici guidati dalla British South Africa Company (BSAC) di Cecil Rhodes. Il BSAC prese il controllo del paese - che chiamarono "Rhodesia del Sud" - fino al 1923, quando divenne, nominalmente, una colonia britannica.

    Tra il 1953 e il 1963, la Rhodesia del Sud fece parte della Federazione Centrafricana con la vicina Rhodesia del Nord (ora Zambia) e Nyasaland (ora Malawi). Nel 1965, per resistere alla decolonizzazione, i coloni - con il sostegno sudafricano - hanno emesso una Dichiarazione unilaterale di indipendenza (UDI).

    Ciò innescò un'amara guerra civile tra il governo delle minoranze bianche e combattenti per l'indipendenza africana, che terminò solo nel 1980, con la concessione dell'indipendenza e lo svolgimento di elezioni generali sotto gli auspici britannici, che fu vinto in modo decisivo dal partito ZANU di Robert Mugabe.

    Il moderno Zimbabwe ha visto la sua giusta dose di sofferenza e instabilità. L'economia è quasi crollata sulla scia della rimozione forzata e spesso violenta degli agricoltori durante un violento programma di ridistribuzione della terra.

    Ancora oggi, c'è una carestia diffusa, che è stata cinicamente manipolata dal governo in modo che le fortezze dell'opposizione soffrano di più. Il governo non ha risorse o macchinari per affrontare le devastazioni della pandemia di AIDS, che colpisce circa un quarto della popolazione.

    Tutto ciò ha fornito foraggio per aumentare il disprezzo internazionale nei confronti dell'invecchiamento e del dittatoriale presidente Mugabe, che in precedenza era considerato un grande eroe della liberazione.

    Uno storico accordo di condivisione del potere firmato nel 2008 tra il presidente Mugabe e il leader del Movimento per il cambiamento democratico (MDC) Morgan Tsvangirai ha messo fine alle violenze pre-elettorali e si è impegnato a migliorare l'economia del paese e le vite degli zimbabwesi. Da allora ha inaugurato un nuovo incantesimo di pace e relativa stabilità che ha visto i turisti tornare lentamente nello Zimbabwe.

    Lo sapevate?
    • Nel 2008, lo Zimbabwe ha registrato un aumento mensile del tasso di inflazione di circa 96,6 miliardi di dollari.
    • Robert Mugabe è il capo di stato vivente più antico del mondo. Lui ha 91 anni.
    • Al contrario, l'aspettativa di vita dello Zimbabwe è di circa 41 anni, quasi la più bassa del mondo.

    Cultura dello Zimbabwe

    Religione nello Zimbabwe

    Cristianesimo, con credenze tradizionali nelle zone rurali e alcune minoranze indù, musulmane ed ebraiche.

    Convenzioni sociali nello Zimbabwe

    La cultura urbana nello Zimbabwe è fortemente influenzata dalla cultura e dall'istruzione occidentali, ma nelle aree rurali continuano i valori tradizionali e l'artigianato. Agitare le mani è la forma abituale di saluto. Cortesie e codici di condotta europei dovrebbero essere osservati quando si visita la casa di qualcuno. Gli inviti di ritorno sono apprezzati. Dare un segno di apprezzamento è facoltativo. È un reato fare commenti sprezzanti o offensivi sul Presidente Mugabe. I visitatori dovrebbero essere consapevoli che una mano aperta è il simbolo politico del principale partito politico di opposizione, il Movimento per il cambiamento democratico, e che un'ondata amichevole può quindi essere interpretata come un gesto politico provocatorio. L'abbigliamento casual è adatto per il giorno e gli uomini si aspettano solo di indossare abiti e cravatte per le riunioni di lavoro. I ristoranti eleganti o i bar dell'hotel richiedono agli ospiti di indossare giacca e cravatta. Il fumo è comune, anche se è vietato sui trasporti pubblici e in alcuni edifici pubblici. Ci sono leggi contro l'indecenza che equivale a un'attività omosessuale illegale.
    Fotografia: Le autorità locali sono molto sensibili nel fotografare edifici governativi, installazioni militari e ambasciate. Un permesso può essere concesso dall'ufficio governativo.

    Lingua nello Zimbabwe

    La lingua ufficiale è l'inglese, con i dialetti Shona e Sindebele.