Homepage » Viaggio » Visitare il Foro Romano 8 Highlights, Tips & Tours

    Visitare il Foro Romano 8 Highlights, Tips & Tours

    Esplorando il Foro Romano Condividi: Pochi siti sono così pieni di un senso della storia come il Foro Romano, dove per molti secoli è stato deciso il destino dell'Europa. Sebbene i resti sopravvissuti diano solo un accenno alla grandiosità e allo splendore del Foro in tempi antichi, quest'area, con le sue colonne ancora alte o giaccate sul terreno, i suoi archi trionfali e i suoi resti di edifici un tempo importanti, sono ancora impressionante anche per i visitatori del 21 ° secolo.

    Il Forum è così vasto e spesso affollato che è difficile capirlo o sapere cosa è successo dove. Ecco perché è utile un tour utilizzando una cuffia con una guida esperta, così puoi ascoltare mentre scatti foto e apprezzare la grandezza di una delle attrazioni turistiche più famose e importanti di Roma.

    Per più di mille anni, la forza di Roma, la magnificenza dell'arte romana, la legge e la religione romana hanno trovato espressione qui e irradiano in tutta Europa e oltre. I primi edifici qui erano templi, seguiti da edifici pubblici. Questa combinazione rese presto l'area il centro politico della città - l'incontro dei tribunali e le assemblee che dirigevano gli affari della repubblica. Il commercio si unì presto alla religione e al governo, con la costruzione di sale del mercato che fecero del Forum il centro di tutte le attività pubbliche, non solo per Roma, ma per una parte sempre più grande del continente.

    Alla fine del periodo imperiale, il Forum era un complesso densamente popolato in cui gli edifici "moderni" affiancavano quelli antichi, rendendo oggi difficile identificare i singoli edifici. Ciò è ulteriormente complicato da strati di chiese e fortezze successive che sono state costruite in mezzo agli antichi resti. L'area serviva da cava di pietra da costruzione e da pascolo per mucche fino a quando gli scavi del XVIII e XIX secolo portarono alla luce il Foro da uno strato di terra e detriti profondo fino a 15 metri.
    Vedi anche: Dove alloggiare vicino al Foro Romano

    1 Tempio di Antonino Pio

    Tempio di Antonino Pio Condividi: Dalla Via Sacra, alcuni scalini conducono al Tempio di Antonino Pio e sua moglie Faustina, edificati nel 141 d.C. per onorare l'imperatrice divinizzata, e dopo la sua morte, consacrata a lui. Sei colonne con capitelli corinzi sopravvivono dal fronte, insieme a un numero di colonne lungo il lato. Nel 12 ° secolo, il tempio fu convertito nella chiesa di San Lorenzo in Miranda, ma quando l'imperatore Carlo V visitò Roma nel 1536, le colonne furono disimpegnate dalla muratura medievale.

    2 Tempio di Castore e Polluce

    Tempio di Castore e Polluce Condividi: Tre colonne corinzie di 12 metri sono tutto ciò che sopravvive dal Tempio di Castore e Polluce, ricostruita nel regno di Tiberio nel I secolo dC in sostituzione dell'originale, costruita nel 484 aC dal figlio del dittatore Aulo Postumio in ringraziamento per la sconfitta dei Tarquini. Questa vittoria fu attribuita all'aiuto dei Dioscuri - Castore e Polluce, che furono oggetto di numerosi miti, in parte di origine greca e in parte di origine etrusca. Secondo una leggenda, dopo la vittoria, Castore e Polluce cavalcarono verso Roma e abbeverarono i loro cavalli a una sorgente nel Foro. Le tre colonne rimanenti sono conosciute come Le tre sorelle.

    3 Tempio di Saturno

    Tempio di Saturno Condividi: Costruito verso il 497 aC, il Tempio di Saturno era uno dei più importanti e venerati della Repubblica. Il primo tempio del Foro fu dedicato al dio probabilmente di origine etrusca, ma adottato dai Romani come il dio supremo. Fu distrutto da un incendio più volte, l'ultimo nel IV secolo d.C., ma fu ripetutamente ricostruito. Sotto la Repubblica, il tesoro dello stato era custodito in questo tempio e da qui partivano le celebrazioni annuali dei Saturnalia. Puoi riconoscere il Tempio di Saturno con le sue otto colonne ioniche intemperie.
    Adiacente al tempio è un frammento del Miliarium Aureum, la Pietra miliare d'oro, che fu il punto di partenza della Via Sacra e di tutte le strade consolari romane. Sulla pietra, in figure d'oro, era incisa la distanza da Roma alle varie province dell'Impero.

    4 Arco di Settimio Severo

    Arco di Settimio Severo Condividi: Il Senato e la popolazione romana costruirono tradizionalmente archi di trionfo in onore di imperatori e generali vittoriosi, e nel 203 d.C., questo arco di 23 metri fu eretto di fronte alla chiesa dei Santi Martina e Luca, a Settimio Severo e ai suoi figli Caracalla e Geta dopo le loro vittorie sui Parti. Nell'arco, quattro rilievi in ​​marmo profondo rappresentano episodi di queste guerre. Le dee della vittoria contengono trofei e una grande iscrizione proclama la gloria dell'imperatore e dei suoi figli (anche se in seguito il nome di Geta fu rimosso). L'arco presenta anche la base di una colonna commemorativa del 10 ° anniversario dell'adesione di Diocleziano e dei resti dei Rostra, la piattaforma degli antichi oratori decorata originariamente con le prue delle navi nemiche catturate. L'arco era considerato il punto dell'Umbilicus Urbis, l'ombelico o centro simbolico di Roma.

    5 La Curia

    La parte della Curia: Il luogo di incontro del Senato romano è uno degli edifici antichi meglio conservati del Foro, protetto da ulteriori distruzioni quando fu convertito in chiesa nel settimo secolo. La prima Curia fu eretta al tempo dei re e ricostruita frequentemente a seguito di incendi e altri danni. Un edificio semplice e senza ornamenti, sia all'interno che all'esterno, poteva ospitare 300 senatori. Borromini ha adattato le sue porte di bronzo per fungere da porta principale di San Giovanni in Laterano, e le modifiche apportate ad esso nel corso dei secoli sono state rimosse dal 1931 al 1937. Ora è talvolta utilizzata per mostre speciali e conserva il pavimento in marmo intarsiato del terzo secolo, insieme a frammenti di fregi. Il Anaglifi di Traiano, qui sono esposte due lastre di travertino con rilievi raffiguranti l'imperatore e il popolo di Roma. Al di fuori della Curia e protetto da un basso tetto è un blocco di marmo nero sotto il quale, secondo la leggenda, è la tomba di Romolo, fondatore di Roma. Di fronte alla Curia c'è il "più nuovo" resto dei tempi antichi, il Colonna di Foca, eretto nel 608.
    Tour popolari 12640 recensioni Antica Roma e Colosseo: tour a piedi di Salta la linea Controllare i prezzi 2899 recensioni Rome Colosseo Underground Chambers, Arena, Upper Tier Tour Controllare i prezzi

    6 Tempio di Vesta

    Tempio di Vesta Condividi: Uno degli edifici più sacri e importanti dell'antica Roma, il Tempio di Vesta conteneva il Sacro Fuoco. La fiamma era custodita dalle Vestali, sei sacerdotesse selezionate come bambini dalle migliori famiglie di Roma. Questo fuoco eterno era di grande importanza a Roma. Il primo giorno dell'anno nuovo, spensero i fuochi nelle loro case e ne accesero di nuovi dalla fiamma nel tempio di Vesta. I resti attuali, risalenti all'epoca di Settimio Severo, tra il 193 e il 211 d.C., indicano che il tempio era circolare con 20 colonne sottili che sostenevano il tetto. Un'apertura al centro del tetto fa uscire il fumo dalla fiamma sacra. Il tempio fu per lo più intatto fino alla metà del 16 ° secolo, quando fu abbattuto e il suo marmo usato per costruire palazzi e chiese papali. Quello che vedi oggi è stato ricostruito negli anni '30 durante la corsa di Mussolini per recuperare l'antica grandezza dell'Italia.

    7 Casa delle Vestali

    Casa delle Vestali Condividi: Adiacente al Tempio di Vesta c'era la casa delle Vestali, anch'essa costruita da Settimio Severo. Puoi ancora facilmente distinguere il piano dell'edificio dai resti delle sue fondamenta. Nel cortile sono le statue delle teste vestali con iscrizioni delle loro virtù sui piedistalli. Il sacro Palladium, un'immagine di Pallade Atena portata da Enea da Troia, fu custodito nella Casa delle Vestali.

    8 Arco di Tito

    Arco di Tito Condividi: In piedi alla fine del Foro più lontano dal Campidoglio, l'Arco di Tito è il più antico degli archi trionfali romani, eretto dopo la morte di Tito dal suo successore Domiziano. I rilievi sull'arco mostrano scene della trionfale processione del generale vittorioso al Campidoglio dopo che Titus conquistò Gerusalemme nell'anno 70 e così mise il sigillo finale sulla sconfitta del popolo ebraico in Palestina. Tito, che divenne imperatore nel 79 d.C., è raffigurato nel suo carro accompagnato dalla dea della vittoria che regge una corona d'alloro e dal bottino riportato dalla guerra: la Menorah, il tavolo con i pani della presentazione e le trombe dal tesoro del Tempio.

    Dove alloggiare vicino al Foro Romano

    Consigliamo questi incantevoli hotel a pochi passi dal Foro Romano:


    • Portrait Roma: boutique hotel di lusso, stile contemporaneo, terrazza panoramica con vista sulla città, bagni in marmo, menù di cuscini, servizio di couverture.

    • Boutique Hotel Campo de Fiori: boutique hotel di fascia media, personale meraviglioso, terrazza sul tetto, mobili antichi, tessuti gioiello, biblioteca e sala lettura.

    • Hotel Aventino: hotel 3 stelle, quartiere tranquillo, atmosfera da vecchio mondo, personale disponibile, colazione deliziosa.

    • Hotel Centro Cavour: hotel economico, ottimo rapporto qualità-prezzo, posizione eccellente, servizio cordiale, camere pulite.


    Suggerimenti e tour: come sfruttare al meglio la tua visita al Foro Romano


    • Tour del Foro e dell'Antica Roma: Tour di mezza giornata, al mattino o nel pomeriggio, includono il Forum con il Colosseo e il Campidoglio per un'introduzione a tutto tondo all'antica Roma. Dopo aver visitato i punti salienti di questi tre siti, il tour a piedi di tre giorni della Roma antica di tre ore continua fino al Pantheon, Fontana di Trevi e Piazza Navona. Il tour a piedi di Skip the Line dell'antica Roma e del Colosseo esplora il Foro, il Palatino e il Circo Massimo, con biglietti d'ingresso prioritari per il Colosseo. Entrambi i tour includono una guida esperta e cuffie, in modo che tu possa sempre ascoltare chiaramente la guida. Su uno di questi, preparati a camminare a lungo.

    • Tour in segway: Se non sei in grado di camminare e preferisci avere una panoramica più ampia delle attrazioni di Roma, prendi in considerazione il tour in Segway di Roma. Passerai oltre il Forum e altri siti antichi sul tuo Segway elettrico a due ruote, autobilanciante (lezioni e casco inclusi) ascoltando la tua guida locale esperta tramite un auricolare audio.

    • Visitando il forum da soli: Il Forum è raggruppato con il Colosseo e il Palatino in un unico biglietto di due giorni. Non è possibile reinserire nessuno di questi sullo stesso biglietto. Il momento migliore per evitare le code e le folle sono le prime ore del mattino e verso mezzogiorno, quando i gruppi di tour in autobus vanno a pranzo.

    • Per il tuo comfort: Indossare scarpe da passeggio Il Forum copre una vasta area con pietre irregolari sotto i piedi. Gran parte del Forum non è ombreggiato, quindi assicurati di portare con te molte cose da bere. Puoi fare un picnic nel Forum, anche se il Palatino offre un ambiente migliore - e l'ombra.


    Arrivare al Foro Romano


    • La metropolitana Linea B di Roma, la linea blu, ferma al Colosseo, a due fermate dalla stazione Termini, ma un modo migliore per raggiungere l'ingresso del Forum è da una qualsiasi delle innumerevoli linee di autobus da tutta Roma che fermano a Piazza Venezia.

    • Qui fermano anche tutti gli autobus turistici hop-on hop-off.


    Indirizzo


    • Via dei Fori Imperiali, Roma

    • www.archeoroma.beniculturali.it/en/archaeological-site/roman-forum-and-palatine-hill


    INGRANDISCI MAPPA STAMPA MAPPA EMBED Mappa del Forum Romanum Vuoi utilizzare questa mappa sul tuo sito web? copia e Incolla il codice qui sotto: